Cerca English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
martedì 16 gennaio 2018 ..:: Endurance della Befana 2012 ::.. Registrazione  Login
 Links Riduci

 Stampa   
 Utenti OnLine Riduci
Iscritti Iscritti:
L'ultimo utente Recente: EllieSerrato
Nuovi utenti di oggi Nuovi utenti di oggi: 0
nuovi utenti di ieri Nuovi utenti di ieri: 1
Utenti contati Complessivamente: 929

Persone Online Persone Online:
Visitatori Visitatori: 24
Membri Iscritti: 0
Totale Totale: 24

Online adesso Online Adesso:

 Stampa   
 Endurance della Befana 2012 Riduci
Eccoci alla terza edizione della coppa endurance ASA vinta precedentemente dagli equipaggi Pesa - Vittaz – Franzoso L. – Maglione (prima edizione) e Gasperin – Franzoso L. – Franzoso A. – Grigoletto – Henriet (seconda edizione).
Sono state utilizzate le Porsche 997 NSR in configurazione da scatola con la sola sostituzione del motore;.Per occasione sono stati utilizzati dei vecchi King NSR 16800 che stavano facendo polvere da un po’ di anni nell’armadio del club. Per quanto riguarda le gomme sono state utilizzate le solite NSR 19X10 incollate ai cerchi che ci seguono fedelmente da molte gare.
Tutti puntuali alle 19.00, un po’ di giri per prendere confidenza con macchine e pista, vista anche la presenza di molti outsider che hanno contribuito a portare a 20 il numero dei partecipanti.
Finito l’appello si è passati a definire la composizione delle squadre cercando di ottenere il miglior equilibrio in pista; alla fine si è arrivati a questa conclusione:
Android
ASA
Padeh
Scarsi
Franzoso Luca
Zanon Matteo
Grande Efisio
Pavan Manuel
Franzoso Marco
Stevanon Riccardo
Dario Franco
Grassi Michele
Vittaz Alessio
Stevanon Marco
De Marchi Enrico
Tiziano Schiavinato
Franzoso Andrea
Cesare Vineis
Zanon Antonio
Roberto Santucci
Sarteur Giovanni
Henriet Luca
Macrì Patrick
Fabrizio Cervellati
Data l’ora si decide di ridurre da 5 ore a 4 la durata della gara; partenza dunque alle 20.00 con arrivo alle 24.00, dunque un’ora a corsia. Eccoci all’inizio della gara: Android parte in rossa, ASA in bianca, Padeh in verde e Scarsi in gialla.
La durata di ciascuna batteria era di un ora con cambio dei piloti al volo ogni 12 minuti e pulizia delle gomme a macchine ferme dopo ogni cambio corsia. Le macchine sono state utilizzate in corsia fissa dunque ciascun team e pilota hanno guidato tutte le macchine su tutte le corsie; al manifestarsi di problemi importanti la gara è stata fermata per riparare la macchina guasta.
Alla fine della prima batteria la situazione si presentava così
Corsia
ASA
PADEH
SCARSI
ANDROID
Rossa
0
0
0
200
Bianca
209
0
0
0
Verde
0
204
0
0
Gialla
0
0
203
0
TOTALE
209
204
203
200
Dominio dunque di ASA con Android decisamente attardato; durante questa manche le Porsche manifestano più volte un problema legato alla perdita delle viti di serie della carrozzeria e del banchino. Visto il continuo ripetersi del fenomeno, la gara è stata fermata per sostituire il componente con viti metriche lunghe, intervento che ha risolto definitivamente il problema permettendo di arrivare senza altri problemi fino alla fine della gara.
Dopo il cambio di corsia alla fine della seconda ora di gara la situazione si presentava così:
Corsia
ASA
ANDROID
PADEH
SCARSI
Rossa
0
200
0
203
Bianca
209
212
0
0
Verde
206
0
204
0
Gialla
0
0
204
204
TOTALE
415
412
408
407
ASA sempre in testa, grande recupero di Android con Padeh e Scarsi che continuano a marcarsi a vista, diventa anche chiaro che la corsia bianca è quella destinata a fare la differenza.
Cambio di corsia, pulizia gomme e ripartenza; alla fine della terza ora la classifica è la seguente:
Corsia
ANDROID
ASA
SCARSI
PADEH
Rossa
200
0
203
207
Bianca
212
209
214
0
Verde
211
206
0
204
Gialla
0
206
204
204
TOTALE
623
621
621
615
Android passa in testa con ASA raggiunta dagli Scarsi che hanno sfruttato al meglio la corsia bianca e Padeh che pur disputando un ottima corsia rossa riamane attardato ma pronto al recupero dovendo ripartire in bianca. Appare chiaro che il favorito a questo punto della gara è il team Scarsi che partendo in verde deve recuperare solo tre giri ad Android che girerà invece in gialla, la situazione di ASA si presenta difficile dovendo giocare in difesa in rossa.
La quarta batteria è molto combattuta, dopo tre ore e quarantotto minuti i team sono separati da pochi giri con Scarsi in vantaggio di quattro giri su gli altri tre team separati tra loro da un giro con ASA davanti ad Android e Padeh.
Alla fine della gara, allo scoccare della quarta ora la situazione è la seguente:
Corsia
SCARSI
ANDROID
PADEH
ASA
Rossa
203
200
207
205
Bianca
214
212
212
209
Verde
213
211
204
206
Gialla
204
205
204
206
TOTALE
834
828
827
826
Vittoria come da programma per gli Scarsi e grandissima battaglia per le posizioni di rincalzo; alla fine Android si piazza secondo con un giro di vantaggio su Padeh e due su Asa, il che dopo più di 800 giri di pista (equivalenti a circa 50Km) è segno di un grande equilibrio delle forze in campo dopo. Molto equlibrata anche la situazione dei giri più veloci con ciascuno dei capisquadra che si aggiudica il record su di una corsia. Miglior tempo assoluto (15,212) di Manuel in bianca.
Ecco le premiazioni
Quarti classificati
Terzi classificati
Secondi classificati
Primi classificati
Appuntamento al prossimo anno!

 Stampa   
 Sponsor Riduci

Logo_Tetleys.gif

Sistema di cronometraggio


  
Copyright (c) 2000-2006   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2018 by DotNetNuke Corporation